Il santo di oggi 26 novembre è san Leonardo da Porto Maurizio. Fu un grande santo francescano che visse tra il XVII e il XVIII sec. Studiò a Roma e nella "Capitale del Cristianesimo" diede spazio al disegno di Dio su di lui diventando frate minore dopo aver visto due frati francescani di ritorno verso il convento di san Bonaventura al Palatino che lo colpirono molto e furono una risposta silenziosa, ma eloquente alle domande che abitavano nel suo cuore in quei tempi; così chiedeva di essere ammesso, diventando religioso nell'ordine dei frati minori.

Ispirato dalla missione di quell'eremo sul colle in mezzo alle rovine dell’antico fasto imperiale, che proponeva la meditazione sulla Passione del Signore Gesù, i suoi occhi si posarono sempre sulla contemplazione del Calvario e da esso traevano spunto le sue prediche durante le missioni e le devozioni che promuoveva come la Via Crucis che diffuse grandemente. Predicazione, Passione e la Vergine Maria così si può sintetizzare la sua vita e proprio per sua opera di Via Crucis ne furono erette a centinaia anche di monumentali, come quella tra i resti del Colosseo inaugurata durante il Giubileo del 1750. Pubblicò testi di importanza spirituale tesi a far conoscere e apprezzare al popolo le meraviglie sconosciute della s. Messa, la quale secondo s. Leonardo anche: «una sola Messa basterebbe per ottenere la conversione di tutti (…) chiudendo le porte dell’inferno a tutti i peccatori, e vuotando il Purgatorio di tutte le anime purganti» . Inoltre, fu lui a proporre la definizione del dogma mariano dell'Immacolata Concezione, mediante una consultazione epistolare tra i Vescovi una sorta di Concilio senza spese e a tal proposito il Papa Lambertini arrivò a preparare una Bolla, ma per varie cause il documento non venne mai pubblicato. Ciò che non riuscì allora fu possibile grazie a papa Pio IX ( terziario francescano ) che promulgò il dogma dell’Immacolata Concezione l’8 dicembre del 1854. Morì sul colle Palatino e tra le mura che accolsero i suoi passi di giovane frate regalò l’ultimo respiro il 26 novembre del 1751.
Una folla immensa salì sul colle per accorrere ai suoi funerali tant'è che fu necessario richiedere l’intervento delle forze dell’ordine per placare il desiderio di avere qualche sua reliquia e per il gran numero di persone presenti. Fu beatificato nel 1796 e canonizzato Santo nel 1867. Dichiarato Patrono dei Missionari nei Paesi cattolici nel 1923 è il Santo Patrono della Città di Imperia.

 

Alessandra Ferrarese